Sultano Murad V

Il sultano Murad V è considerato uno dei sultani più controversi dell’impero ottomano, poiché è l’unica sultana che si è unita alla società massonica.

Il sultano Murad V prese il potere per un breve periodo, e fu isolato a causa della sua sofferenza per un esaurimento nervoso dopo l’uccisione di suo zio, il sultano Abdul Aziz.

Sultano Murad V

Il lignaggio e la famiglia del sultano Murad V

Il sultano Murad V appartiene alla famiglia ottomana, come il suo nome completo fino a Ertugrul Gazi:

È il sultano Murad il quinto, figlio di Abdul Majeed I figlio di Mahmoud II figlio di Abd al-Hamid I figlio di Ahmed III figlio di Muhammad IV figlio di Ibrahim I figlio di Ahmed I figlio di Muhammad III figlio di Murad III figlio di Salim II figlio di Solimano il Magnifico figlio di Selim I bin Bayazid II figlio di Muhammad Al-Fatih figlio di Murad II figlio di Muhammad I figlio di Bayazid I figlio di Murad I figlio di Orhan Gazi figlio di Osman figlio di Erturgul Gazi

La prima vita del sultano Murad V

Il sultano Murad V crebbe nel Palazzo Chergan, e imparò il Sacro Corano, la lingua ottomana e l’hadith, oltre al francese e al pianoforte.

Il Sultano studiò anche la letteratura francese, le arti della retorica e della retorica turca, e aveva un’inclinazione per la poesia e la musica.

Il giovane principe si interessò molto all’architettura e alle arti, visto che spese somme enormi per costruire e modificare più volte il suo palazzo a Korbgha.

Secondo alcune fonti, il principe Murad aveva passato molto tempo a pensare e si sentiva cupo per gran parte della sua giornata.

Il principe partecipò con suo zio, il sultano Abdul Aziz, a un viaggio in Egitto e in Europa, e Shahzada Murad V suscitò l’ammirazione di Napoleone III e della regina Vittoria per le sue idee che tendevano a occidentalizzare.

Il principe Murad contattò la Società dei Neo-Ottomani, e privatamente si unì alla Società dei Massoni.

Murad V fu il primo membro della famiglia ottomana ad aderire alla massoneria, e suggerì di stabilire un ramo massonico separato nel paese chiamato “Anwar orientale”. Ha anche suggerito di tenere i rituali massonici nella loggia in turco, cosa che non fu attuata all’epoca.

Il sultano Abdul Aziz rafforzò il controllo sul principe Murad e gli impedì di uscire a piedi e gli permise di camminare solo in una carrozza chiusa che la gente non poteva vedere, con un permesso preventivo ogni volta che voleva uscire.

Durante il suo mandato, il principe Murad chiese a un avvocato francese di preparare una costituzione per lo stato ottomano da attuare al momento dell’assunzione del potere.

Il sultano Abdul Aziz cercò di destituire il principe Murad dal mandato del Patto, ma non ci riuscì dopo che un colpo di stato contro il sultano si concluse con la sua rimozione.

Il regno del sultano Murad V

Il sultano Murad V salì al potere dopo aver collaborato con i sostenitori della costituzione e aver destituito suo zio, il sultano Abdul Aziz.

Il sultano Murad V non poteva apparire naturalmente, sollecitato dal fatto che era sottoposto a un forte shock dopo la morte di suo zio sultano Abdul Aziz, solo pochi giorni dopo aver assunto il potere.

Il sultano era terrorizzato dalla morte di suo zio e temeva che il pubblico pensasse che avesse ordinato la sua uccisione, poiché il sultano mostrava sintomi di un esaurimento nervoso al punto che non era in grado di distinguere tra i suoi ministri.

I ministri sono stati costretti a rinviare la cerimonia di indossare la spada e di accreditare gli ambasciatori stranieri. La malattia del sultano divenne più grave e uno psichiatra austriaco fu chiamato per esaminare lo stato psicologico del sultano.

Il medico austriaco sottolineò la difficoltà di guarire il sultano Murad V da un crollo psicologico, poiché il sultano si accusava di aver ucciso suo zio, il sultano Abdul Aziz.

I ministri si rivolsero al principe Abdul Hamid II, che era in ottima salute psicologica e fisica, chiedendogli di assumere il potere e di isolare suo fratello, ma Abdul Hamid preferì aspettare affinché il sultano Murad potesse riprendersi.

I notabili e i ministri si incontrarono con lo sceicco dell’Islam, che emise una fatwa secondo cui il sultano Murad V era incompetente a governare, e il suo regno finì dopo soli due mesi per il sultano Abdul Hamid II a governare l’impero ottomano.

Sultano Murad V, l'impero ottomano

La vita del sultano dopo la sua rimozione

Dopo quasi nove mesi di prigionia, Murad V aveva recuperato la sua forza mentale. I primi due anni della sua prigionia nei vicini hanno visto tre tentativi da parte dei suoi sostenitori di liberarlo e restaurarlo al trono, ma tutti e tre hanno portato solo all’inasprimento delle misure di isolamento del sultano Abdul Hamid II.

Muore il sultano Murad V

Il sultano Murad, che soffriva di diabete, morì nel Palazzo Cigran il 29 agosto 1904, il suo funerale si tenne senza un annuncio o una cerimonia ufficiale.

Leggi anche: Endrun scuola ottomana

Il suo corpo fu lavato e avvolto nel Palazzo Topkapi, poi trasferito alla Moschea Hedayat di Bahjikapi. Dopo la processione funebre, è stato sepolto accanto a sua madre, Shafakza, nella Nuova Moschea di Istanbul.

Abdullah Habib
Abdullah Habib

Merhaba! Sono Abdullah Habib. In questo articolo condivido l'essenza del mio viaggio di 7 anni in Turchia, come espatriato e studente straniero. Con un cuore pieno di storie e una mente ricca di spunti derivanti dalle mie esperienze, ho scritto questo pezzo solo per te. Quindi, senza ulteriori indugi, sedetevi, rilassatevi e godetevi la lettura!

Articoli: 3603

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *