Sultano Abdulaziz

Il sultano Abdulaziz è considerato uno dei sultani più importanti del tardo impero ottomano, poiché fu il primo sultano a viaggiare in visita diplomatica in Europa e in Egitto.

La vita del sultano Abdul Aziz I finì tragicamente dopo essere stato trovato assassinato nel palazzo Ciragan, il che scatenò una vasta controversia che continuò fino al regno del sultano Abdul Hamid II.

Sultano Abdul Aziz Al Othmani

Il lignaggio e la famiglia del sultano Abdulaziz

Il sultano Abdul Aziz I appartiene alla famiglia ottomana, come il suo nome completo fino a Ertugrul Gazi:

Sultano Abdul Aziz I figlio di Mahmoud II figlio di Abd al-Hamid I figlio di Ahmed III figlio di Muhammad IV figlio di Ibrahim I figlio di Ahmed I figlio di Muhammad III figlio di Murad III figlio di Salim II figlio di Solimano il Magnifico figlio di Selim I bin Bayazid II figlio di Muhammad Al-Fatih figlio di Murad II figlio di Muhammad I figlio di Bayazid I figlio di Murad I figlio di Orhan Gazi figlio di Osman figlio di Erturgul Gazi

Il sultano Sultan Abdul Aziz ha avuto sei matrimoni, ed erano:

  • Doronev Qadin e padre di tre bambini
  • Ideal Qadin non ha dato alla luce un solo figlio
  • Sultana Hayrana e ha avuto due figli con lei
  • Sultana Nisreen e lui ha avuto tre figli
  • Nevin kadin Effendi, con cui ebbe un figlio
  • Sultana Safinaz, con cui ha avuto tre figli

La prima vita del sultano Abdulaziz

Il sultano AbdulAziz nacque il 9 febbraio 1830 dal sultano Mahmud II e da Pertevniyal Sultan.

Il sultano Abdul Aziz era religioso e recitava il Corano ogni mattina. Inoltre, il sultano imparò la calligrafia e fu un buon calligrafo.

Sultano Abdul Aziz Al Othmani

Il regno del sultano Abdul Aziz I

Il sultano Abdul Aziz I regin iniziò dopo il sultano Abdulmejid I.

Lo stato fu testimone di molte rivoluzioni interne durante il regno del Sultano, che egli riuscì ad affrontare con decisione e saggezza, le più importanti delle quali sono:

  • Rivoluzione del Montenegro
  • Rivoluzione serba
  • Rivoluzione di Creta

Riforme interne

Il paese fu testimone di alcune riforme interne durante il regno del sultano Abdul Aziz I, la più importante delle quali fu

Pubblicazione della Gazzetta delle sentenze giudiziarie

Il Journal of Legal Rulings è considerato il più importante testo giuridico islamico, in quanto la rivista è attualmente equivalente al diritto dello stato personale o al diritto civile.

Il Journal of Legal Rulings ha regolato molti status personali come il matrimonio, il divorzio, l’eredità, la vendita e l’acquisto, e ha formato una base nella legislazione delle leggi sullo status personale per i musulmani in un certo numero di paesi come Siria, Libano, Iraq ed Egitto.

La rivista continuò le sue disposizioni dalla legge islamica della scuola Hanafi, e ci vollero 7 anni per svilupparla ed è considerata una delle più importanti conquiste giudiziarie dell’epoca del Sultano Abdul Aziz.

Migliorare le relazioni con Egitto e Tunisia

Il regno del sultano Abdul Aziz fu testimone di un grande miglioramento delle relazioni con l’Egitto e la Tunisia, dopo la tensione che prevaleva durante il regno di Muhammad Ali Pasha, il governatore dell’Egitto.

Il Sultano concesse molti privilegi all’Egitto, che aumentarono l’autorità del Khedive Ismail, che godeva di una forte relazione con il Sultano, oltre a ciò l’Impero Ottomano concesse l’isola di Suakin e Massaua all’Egitto con molti altri privilegi.

Per quanto riguarda la Tunisia, l’Impero Ottomano concesse l’autonomia alla Tunisia, rafforzando le relazioni con i Bey del paese e bloccando la strada alla Francia, che aspirava a occupare la Tunisia.

Khedive Ismail 1

Riforme economiche ed educative

Durante il regno del sultano Abdul Aziz, l’impero ottomano stabilì la prima ferrovia a Istanbul, e fu anche introdotto il sistema dei francobolli.

Il paese aprì anche una nuova scuola secondaria che comprendeva le varie nazionalità e sette presenti nell’Impero Ottomano.

Riforme delle navi da guerra

Il sultano Abdulaziz I era interessato a modernizzare la flotta navale dell’impero ottomano in particolare, poiché la flotta ottomana divenne durante il suo regno la terza flotta più grande del mondo dopo quella inglese e francese.

Lo stato comprò anche attrezzature moderne dall’Europa, la casa di artiglieria conosciuta come Tophane fu rinnovata, e molte organizzazioni e disposizioni furono introdotte nell’esercito.

Fallimento dello Stato

L’impero ottomano entrò in molte guerre straniere prima del regno del sultano Abdul Aziz, e queste guerre che furono perse dall’impero ottomano causarono l’accumulo di debiti e l’enorme aumento delle spese.

L’impero ottomano prese molti prestiti durante il regno del sultano Abdul Majid I, e la politica dei prestiti continuò durante il regno del sultano Abdul Aziz.

Lo stato ha assistito a un calo significativo del valore della moneta ottomana, con un aumento del deficit di bilancio.

Il sultano Abdulaziz cercò di risolvere la situazione riducendo le spese, abolendo il sistema dell’harem e introducendo un moderno sistema di bilancio per confrontare le spese con le entrate.

La mancanza di fiducia nell’economia ottomana portò le banche europee a detrarre il tasso di interesse dal valore del prestito ‘n anticipo. Per esempio, lo stato voleva prendere in prestito 5.300 milioni di franchi francesi, da cui ha ricevuto 3.012 milioni, cioè solo il 57%! Le banche detraggono l’interesse in anticipo prima di consegnare il prestito.

Lo stato dichiarò bancarotta nel 1875 e chiese ai creditori nuovi prestiti a lungo termine in cambio della garanzia delle imposte indirette, dell’Egitto e delle pecore.

Alla fine del regno del sultano Abdul Aziz, le entrate dello stato raggiungevano circa 380 milioni di franchi all’anno, da cui 300 milioni “circa il 79%” erano dedotti per il debito.

Solo il 21% del reddito dell’impero è rimasto per lo stato, per pagare le spese, il che, naturalmente, ha spinto lo stato a prendere di nuovo in prestito ad un tasso di interesse del 24%.

Sultano Abdul Aziz

Le visite all’estero del sultano AbdulAziz

La visita in Egitto

Il sultano Abdul Aziz, il primo ottomano, fu il primo a lasciare Istanbul e a fare visite diplomatiche all’estero.

Ismail Pasha, il governatore dell’Egitto, visitò Istanbul e godette di un buon rapporto con il sultano. Gli suggerì di visitare l’Egitto, cosa che il sultano promise di fare.

Il sultano lasciò Istanbul a bordo dello yacht reale, Fayd Jihad, dove il Gran Visir, Amin Ali Pasha, fu nominato alla guida del paese.

Il sultano Abdul Aziz era accompagnato da suo figlio Izz al-Din, dal principe ereditario Murad V e da suo fratello Abd al-Hamid II nelle sue visite all’estero.

Ismail Pasha ricevette il sultano a bordo dello yacht reale ad Alessandria, e il sultano si trasferì con il pascià in treno al Cairo, nel mezzo del Delta del Nilo.

Il Sultano risiedeva nel Palazzo Al-Jawhara al Cairo, ed era molto impressionato dal treno e dallo sviluppo del Cairo, dato che l’Egitto era più avanzato di Istanbul a quel tempo in alcuni aspetti.

Durante il suo soggiorno, il sultano visitò Giza, Shubra, le piramidi e la tomba di Muhammad Ali Pasha, e presiedette alla cerimonia dell’Hajj alla Mecca.

Visita del sultano Abdul Aziz Al Othmani in Egitto

La visita del sultano Abdul Aziz in Europa

Il sultano Abdul Aziz ha visitato il porto di Tolone in Francia il 29 giugno, ed è stato accolto in una grande cerimonia. Il sultano e il suo entourage continuarono il viaggio in treno, arrivando alla stazione di Parigi il 30 giugno, dove furono ricevuti dall’imperatore Napoleone III. Il sultano Abdul Aziz ha soggiornato a Parigi per 10 giorni in visita ufficiale, e ha partecipato all’inaugurazione della mostra alla quale era stato invitato.

Il sultano Abdul Aziz si recò poi nel Regno Unito, e fu accolto dalla regina Vittoria, dove fu sistemato nel Buckingham Palace che gli fu assegnato.

Il sultano è rimasto a Londra per 11 giorni, dove ha fatto visite ufficiali in molti luoghi, ha assistito a una manovra militare della marina britannica, ha ispezionato cantieri, uffici postali e banche.

Il sultano ha lasciato Londra il 23 luglio, e ha viaggiato in treno fino a Dover, poi ha navigato con i traghetti fino al porto di Calais in Francia, e ha preso il treno privato per Vienna via Belgio e Prussia.

Abdulaziz è stato accolto dal re del Belgio Leopoldo II alla stazione di Bruxelles, e ha partecipato a un pranzo tenuto in suo onore. Lasciò Bruxelles nel pomeriggio, e raggiunse Coblenza attraverso il Reno, dove il sultano fu accolto dal re prussiano Guglielmo I e da sua moglie.

L’imperatore austro-ungarico Francesco Giuseppe incontrò il sultano, che arrivò a Vienna domenica 28 luglio. Il sultano Abdul Aziz vi trascorse tre giorni nel palazzo di Schönbrunn che gli era stato assegnato, dove fece visite ufficiali e osservazioni.

Il sultano ha viaggiato in Ungheria via quella e ha fatto ritorno a Istanbul dopo essere salito a bordo dello yacht.

Sultan Abdul Aziz Europa 1
La regina Vittoria e il sultano Abdul Aziz Al-Othmani

Il colpo di stato contro il sultano Abdul Aziz

Nel 1876, gli studenti di Istanbul tennero dimostrazioni di massa chiedendo la destituzione del Gran Visir, Mahmud Nadim Pasha e dello Sceicco dell’Islam Hasan Fahmi Effendi, che fu respinta dal Sultano in un primo momento, ma egli emise un decreto dopo di che per soddisfare le richieste dei manifestanti.

Medhat Pasha, che aveva bramato la posizione del Gran Visir, approfittò degli eventi e organizzò un colpo di stato contro il Sultano, Con gli ambasciatori di Inghilterra e Austria, Il pascià informò la flotta inglese di intervenire per salvare i golpisti in caso di emergenza.

I capi del colpo di stato informarono il principe Murad della sua ascensione al trono e lo trasferirono nell’edificio del Ministero della Guerra, dopo di che i cannoni spararono 100 colpi per celebrare l’inaugurazione del nuovo sultano.

Il sultano Abdul Aziz non sapeva che il colpo di stato stava avvenendo, poiché il sultano si svegliò al suono del cannone credendo che il nemico stesse attaccando e che fosse scoppiata una guerra e che le navi del nemico avessero raggiunto Istanbul.

Il sultano non ha resistito alla decisione di licenziamento, ed è stato deportato a Ciragan Palace, ed è stato trattato male dopo la sua rimozione, come la foto qui sotto mostra alcuni dei ragazzi che prendono in giro il sultano e la loro rappresentazione di lui.

Isolamento del sultano Abdul Aziz I l'ottomano

L’assassinio del sultano Abdul Aziz

Il sultano morì 4 giorni dopo il colpo di stato, poiché fu trovato reciso nelle vene della mano destra, mentre sanguinava per un periodo di non meno di venti minuti.

Le autorità golpiste formarono un’indagine guidata da Hussein Awni Pasha, e l’indagine durò solo due ore, e fu annunciato che il sultano si era ucciso ed era morto per suicidio.

All’epoca del sultano Abdul Hamid II, le indagini furono riaperte e si concluse che il sultano era stato assassinato per ordine del rivoluzionario Medhat Pasha, temendo il suo ritorno al trono.

Medhat Pasha fu giustiziato a Taif dopo la sua incarcerazione, oltre al resto dei cospiratori con lui per uccidere il sultano Abdul Aziz.

Abdullah Habib
Abdullah Habib

Merhaba! Sono Abdullah Habib. In questo articolo condivido l'essenza del mio viaggio di 7 anni in Turchia, come espatriato e studente straniero. Con un cuore pieno di storie e una mente ricca di spunti derivanti dalle mie esperienze, ho scritto questo pezzo solo per te. Quindi, senza ulteriori indugi, sedetevi, rilassatevi e godetevi la lettura!

Articoli: 3637

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *