Vai al contenuto

Comprare e vendere criptovalute in Turchia … La sua guida completa 2022

Che si tratti della sicurezza del suo lavoro o di una selezione sempre più ampia di opportunità di investimento in tutto il mondo, può essere che lei si sia esposto più volentieri al mercato delle criptovalute, spingendola ad esplorare il mondo delle criptovalute.

Sebbene tradizionalmente la tendenza in Turchia sia quella di investire in metalli preziosi come l’oro, la svalutazione della lira turca e di altre valute emergenti e la volatilità economica durante la pandemia hanno portato molti a cercare attività di riserva digitali.

criptovalute in Turchia

Gli scambi più affidabili in Turchia

Ci sono circa 40 borse grandi e piccole in Turchia. Ma quando si tratta di criptovalute, due nomi si distinguono maggiormente: BtcTurk e Binance. I loro volumi di trading e di transazioni giornaliere raggiungono miliardi di dollari e sono le borse più affidabili della Turchia.

Il 61% degli utenti turchi preferisce Binance per acquistare e scambiare criptovalute con la lira turca, seguito da vicino da BtcTurk con il 54%.

  • Binance

Binance è la borsa di criptovalute più grande del mondo, con utenti provenienti da oltre 180 Paesi e regioni. Lanciata nel 2019, la filiale turca del gigante Binance TR ha permesso ai trader di acquistare criptovalute con la valuta locale, cioè. Lira turca. Si tratta di uno scambio fiat-crypto e cripto-crypto per gli utenti in Turchia.

Come Coinbase, Binance è un altro attore importante nel mondo delle criptovalute e offre ai suoi utenti una gamma impressionante di monete cripto rispettabili. La sua elevata liquidità e il supporto multilingue la rendono popolare.

  • BtcTurc

A livello più locale, c’è BtcTurk. È la più grande borsa di criptovalute in Turchia, con oltre un milione di utenti attivi che fanno trading sulla piattaforma. È cresciuta così tanto che ora è anche sponsor delle squadre nazionali turche maschile e femminile per il Campionato Europeo UEFA del prossimo anno.

Questa borsa permette all’utente di effettuare depositi e prelievi gratuiti di criptovalute, il che rappresenta la ragione principale della sua popolarità.

Tuttavia, tra i due, Binance è più facile da usare e quindi più preferito. Binance offre il modo più semplice per acquistare, vendere e conservare criptovalute in Turchia.

Creare un conto di criptovaluta su Binance Turchia

  • Registro

Nell’angolo in alto a destra della homepage vedrà l’opzione per aprire un conto (hesap oluştur).

Dopo aver inserito il suo indirizzo e-mail e creato una password, la piattaforma le chiederà di verificare la sua e-mail tramite un codice di 6 cifre.

Le verrà quindi chiesto di accedere al suo account per la prima volta e le verrà chiesto di leggere e accettare i termini di utilizzo.

Da lì, deve attivare la verifica in due passaggi ( 2FA ) per mantenere sicuro il suo account, tramite Google o SMS.

  • Come verificare la sua identità

L’autenticazione di Binance TR (Know Your Customer – KYC) è una delle procedure di sicurezza delle piattaforme di criptovalute messe in atto per proteggere sia l’utente che la borsa stessa. Deve farlo prima di iniziare a fare trading e dopo aver creato un conto. Può verificare la sua identità sul suo telefono o sul sito web di Binance TR. Vedrà l’opzione di autenticazione a 2 livelli e la modifica dei suoi limiti nella scheda Profilo.

  • Livello 1

Per l’autenticazione di Livello 1, le verrà chiesto di inserire il suo nome legale completo, l’indirizzo, il numero di identificazione e la data di nascita. Può depositare denaro sul suo conto e prelevare lire turche, ma non potrà prelevare criptovalute se non avrà completato l’autenticazione di livello 2.

  • Livello 2

Per l’autenticazione di livello 2, le verrà chiesto di scansionare un codice QR e di continuare sul suo cellulare. Dovrà quindi caricare una foto del fronte e del retro della sua carta d’identità o della patente di guida e scattare un selfie.

  • Come finanziare il suo conto

Sotto la scheda portafoglio, troverà le opzioni per effettuare depositi e trasferimenti. Il bonifico bancario è il metodo preferito. E sebbene Binance non sia più in grado di inviare o ricevere lire turche tramite i fornitori di pagamenti online Papara e Initial, può farlo tramite le banche statali Ziraat Bank o Vakıfbank.

Non c’è un requisito minimo per la somma di denaro che desidera trasferire, ma il conto bancario che trasferisce deve essere a suo nome. Se il nome sul conto bancario e il suo conto Binance non corrispondono, i fondi verranno rifiutati.

BtcTurk ha stipulato accordi con 6 delle maggiori banche turche, tra cui Yapı Kredi e Deniz Bank, che gli utenti della piattaforma possono utilizzare per depositare o ritirare i loro investimenti.

  • Selezionare le parti da sostituire

Potrà scegliere tra una varietà di monete cripto, tra cui le principali valute come Bitcoin, Ethereum e Dogecoin fino a XRP, TRX, Binance coin e Litecoin.

Le criptovalute sono regolamentate in Turchia?

Sì e no.

Gli esperti attribuiscono la rapida crescita del mercato delle criptovalute in Turchia al fatto che il Paese non dispone ancora di un quadro normativo completo. Ciò significa che il trading di criptovalute non è né legale né illegale, poiché non ha una definizione dettagliata prescritta dalla legge.

Inoltre, non esistono definizioni specifiche per la tassazione delle criptovalute, e i guadagni derivanti dagli scambi di criptovalute non sono considerati reddito imponibile per le persone fisiche in base alle normative vigenti. Tuttavia, questo non è il caso delle aziende. Il commercio turco non richiede attualmente licenze.

Questa mancanza di regolamentazione ha portato a un maggior numero di persone che si dedicano alle attività commerciali, ma non alle transazioni dei consumatori.

Tuttavia, la Turchia ha recentemente dato un giro di vite su questo tema e ha introdotto una legislazione che vieta il denaro digitale delle criptovalute per pagare beni e servizi. Ha detto che la decisione è stata presa per evitare danni “irrevocabili” ed eliminare i rischi “significativi” delle transazioni.

Da maggio, alle aziende è stato anche vietato di gestire i pagamenti elettronici e i trasferimenti di fondi che coinvolgono le criptovalute. Tuttavia, gli investimenti non sono ancora considerati illegali.

Le criptovalute (acquisto, vendita, trading, ecc.) sono sicure in Turchia?

Esistono molte misure per mantenere il suo conto al sicuro nel mondo delle criptovalute: autenticazione a due fattori, codici PIN per i prelievi e codici anti-phishing.

Tuttavia, nulla nella vita è privo di rischi, ma è possibile controllarne la maggior parte.

Quando si negozia :

  • Sarebbe meglio se mettesse al sicuro il suo portafoglio. Avrà bisogno di backup criptati, regolari e multipli del suo portafoglio, idealmente in più di un luogo sicuro.
  • Le transazioni possono essere rimborsate solo dal destinatario e non sono reversibili.
  • Non sarà anonimo nella negoziazione, il che rappresenta un problema per la riservatezza. Con Bitcoin, chiunque può vedere il saldo e le transazioni di un indirizzo Bitcoin.
  • Le transazioni non confermate non sono sicure e l’elaborazione della transazione potrebbe richiedere del tempo.
  • Le criptovalute non sono valute ufficiali e possono essere soggette a tasse, a seconda della sua regione.

Gli hack hanno coinvolto gli utenti che hanno depositato le loro criptovalute sugli exchange invece di utilizzare il loro trustwallet. Pertanto, l’utilizzo del cold storage o di un portafoglio offline potrebbe proteggere i suoi fondi che non sono negoziati attivamente.

Sia che faccia trading di Bitcoin o di “altcoin” meno conosciute o alternative alle principali criptovalute, rischia comunque di perdere denaro. Queste valute sono sperimentali e possono quindi subire alti e bassi imprevedibili, rendendole molto volatili.

La mancanza di sorveglianza comporta una maggiore vulnerabilità alle frodi e la Turchia dovrebbe quindi rafforzare ulteriormente la regolamentazione degli scambi digitali. Sarebbe meglio fare sempre la dovuta diligenza prima di affidare i propri fondi a una borsa, che sia cripto o meno.

This post is also available in: العربية Deutsch Русский Nederlands Español Português Română עברית Български polski فارسی Magyar Ελληνικά

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: